La Riflessologia Plantare per il ciclo mestruale delle donne

20.06.2020

Per tutti coloro che fossero completamente profani in materia, voglio chiarire in cosa di preciso consista la riflessologia plantare: essa si basa fondamentalmente sulla digitopressione esercitata su alcuni punti specifici che sono collegati ai vari organi, definiti punti riflessi.

L'appellativo riflessi non è certo casuale: difatti si tratta di punti che, se maneggiati con cura e con precisione, senza improvvisare, sono collegati ad alcune zone del corpo. Trattasi di una pratica che può portare sollievo e che, se esercitata nel modo corretto, può rappresentare un'efficace soluzione per i problemi che la presenza di alcuni disturbi può comportare.

Come già i nostri avi avevano scoperto le potenzialità della riflessologia plantare e ne avevamo con pazienza e maestria appreso le tecniche. Oggi, grazie all'evoluzione, agli studi e alle varie ricerche specifiche, siamo giunti a traguardi davvero impensabili. Siamo infatti arrivati a scoprire sempre più nuove potenzialità di questo particolare trattamento che si è dimostrato al 100% naturale.

Ho pensato dunque di introdurre questo trattamento a servizio delle donne che, mai come in questi ultimi anni, si dimostrano afflitte nel periodo del ciclo mestruale da dolori intensi. Un tempo questi tipi di dolori erano meno forti, alcune neppure li accusavano.

Oggi, invece, complice l'inquinamento, il cibo che mangiamo, la carenza di frutta e verdura nella nostra alimentazione e, soprattutto, lo stress a cui la vita moderna sottopone noi tutti, dati alla mano i dolori mestruali rappresentano una delle maggiori piaghe per le donne tanto che molte di esse ricorrono alla pillola anticoncezionale, la quale come è ben noto, può avere serie possibili complicazioni.

Prima di fornire tutte le precise indicazioni inerenti il trattamento di riflessologia plantare più adatto ad attutire e, in alcuni casi, eliminare i dolori mestruali, voglio fornire qualche informazione aggiuntiva in ordine alle cause e alle origini di questi dolori.

La condizione di sofferenza in cui molte donne versano durante al ciclo viene chiamata, in termini tecnici, dismenorrea. Essa è causata da alcuni ormoni che agiscono a livello locale generando delle contrazioni uterine. Ma, pur essendo tanto, non è tutto: molte donne prima ancora di patire questi dolori sono afflitte dalla sindrome premestruale, caratterizzata anche da irritabilità e sbalzi d'umore, riduzione nei livelli di concentrazione, mal di testa, gonfiore generale e al seno, nausea e ritenzione idrica.

Ebbene, intervenire per tempo con un buon massaggio localizzato consente alle zone contratte di ritrovare la loro naturale distensione. Al tempo stesso, quale effetto a catena, la distensione della nervatura uterina garantisce benefici anche a livello di umore. Puoi anche espandere questo trattamento ad altre zone per avere ulteriori benefici con la riflessologia plantare.

Molte donne iniziano, infatti, ad avvertire i disturbi di concentrazione e umore in anticipo, quindi nel periodo premestruale, proprio perché sono consapevoli, anche a livello inconscio, delle sofferenze a cui dovranno andare incontro a seguire. Eliminando il problema dei dolori, a monte, le donne vivranno la loro esperienza del ciclo mestruale con naturalezza, proprio come dovrebbe essere.

Grazie all'ausilio della riflessologia plantare, i punti doloranti durante il ciclo possono essere trattati in maniera riflessa tramite il massaggio. Tutto ciò comporta una profonda e significativa riduzione del dolore. Il massaggio, al tempo stesso, garantisce relax e benessere alla donna. Visto che, come ci insegna la riflessologia plantare, sui piedi sono collocati i riflessi di tutti gli organi, ebbene, esiste un punto che può attenuare i dolori mestruali.

Le donne che si sono sottoposte a questo tipo di trattamento sono riuscite a sconfiggere i loro mensili dolori. La zona in cui effettuare la pressione, quindi, su cui intervenire con il massaggio, è quella ai lati del tallone: dovranno dunque essere effettuate delle digitopressioni risalendo lentamente verso il polpaccio.

Le zone sintomatiche che di riflesso beneficeranno del massaggio sono: utero, tube uterine, ovaie, pavimento pelvico, colonna vertebrale. Durante una seduta professionale di riflessologia plantare è bene intervenire sui punti in maniera molto precisa così che la donna possa scoprire il benessere perduto già alla prima seduta.

Trattasi, infatti, di un dolore che si "accende" in maniera intensa e tempestiva, dunque il trattamento deve garantire risultati immediati e non si può lavorare, almeno in questo caso, sui benefici a lungo termine.